8 maggio 2014

Exchange (INSPER)

Vuoi sapere chi ha scritto questo articolo?

article image

Ho aderito al programma Exchange propostomi dall’Università in cui studio e sono andata a studiare a San Paolo (Brasile) all’Università “INSPER per un semestre (luglio- dicembre).

Studio “Economia e Management per Arte, Cultura e Comunicazione” in Bocconi ed è stata proprio l’Università a permettermi di aderire al programma Exchange.

Perché hai scelto questa destinazione?  

Ho scelto l’America Latina ed in particolare il Brasile perché ero alla ricerca di un’esperienza entusiasmante e travolgente, che mi avrebbe dato la possibilità di viaggiare e scoprire tante novità. Spinta da amici dell’Università che avevano vissuto la stessa esperienza, ho selezionato il Brasile (San Paolo) come meta del mio Exchange program.

Insper_1

Costo del programma?

Ho provveduto personalmente alla totalità dei costi sostenuti in Exchange: il volo, il vitto, l’alloggio, le trasferte, ecc.. Il programma Exchange consente ai candidati di non sostenere il pagamento della retta o degli esami presso l’Università estera in cui si è stati assegnati.

Quali erano i requisiti di accesso e come li hai superati?

I requisiti necessari di accesso al programma Exchange in Bocconi comprendono la media ponderata degli esami sostenuti fino al momento dell’application e il numero di crediti effettivamente acquisiti. Per quanto mi riguarda, la mia media ponderata era circa del 27,5: avendo dato tutti gli esami previsti temporalmente dal piano studi, avevo il numero massimo di crediti possibile.

Cosa bisogna tenere a mente prima di partire?

insper_3

Prima di partire è opportuno organizzarsi bene: è consigliato gestire con anticipo le questioni più importanti, come la selezione degli esami da sostenere, la ricerca di un alloggio adeguato, il periodo esatto di permanenza. Consiglio di mettersi in contatto con i ragazzi che hanno già vissuto la stessa esperienza, così da prendere le decisioni giuste e non perdere tempo. Spensieratezza e voglia di divertimento sono indispensabili, ovviamente!

Qualche consiglio pratico arrivato a destinazione? Come hai trovato l’alloggio?

Ho acquistato il biglietto aereo a/r Milano-Sao Paolo con largo anticipo, circa tre mesi prima della partenza. Il costo sostenuto era di circa 1500 euro. Ho acquistato preventivamente la polizza assicurativa Allianz “Globy Student”: si tratta di una polizza, comodamente acquistabile online, specifica per soggiorni all’estero per motivi di studio. Sempre prima della partenza, ero in contatto con due studenti della mia futura università straniera che affittavano una stanza del loro appartamento, arrivata a destinazione ho visionato la casa e ho dato conferma. Il costo per l’affitto mensile ammontava a 260 euro circa per un posto letto in una stanza doppia condivisa.

Il costo della vita a Sao Paolo è lo stesso di Milano: il cibo e i mezzi di trasporto sono economici, i negozi e i servizi sono in generale più cari, ma nella norma. Per quanto riguarda le informazioni pratiche per vivere a Sao Paolo, consiglio di stringere amicizie con i locali: i brasiliani sono cordiali e ben contenti di aiutare ragazzi stranieri per qualsiasi cosa!

Hai incontrato difficoltà nel tuo percorso?

L’unica difficoltà riscontrata risale al primo mese di permanenza: il ritmo delle lezioni era sostenuto, gli argomenti trattati in portoghese erano impegnativi ed, in generale, il metodo di studio richiedeva costanza e puntualità. Ogni settimana è infatti necessario preparare casi aziendali, quiz, lavori di gruppo.

Insper_2

Quali esami hai sostenuto e quali hai convertito?

Ho sostenuto cinque esami: Finanza aziendale, Marketing, Strategia competitiva e comparativa, Statistica  e Negoziazione. Sono stati tutti convertiti presso la mia Università.

Che progetti di carriera lavorativa avevi e come sono cambiati?

Sono ancora in fase di “costruzione”: il Brasile ha influenzato le mie prospettive future, ma ancora non ho ben chiara quale possa essere la mia carriera lavorativa.

Hai ulteriori consigli da dare a chi desidera partire per questa stessa destinazione?

Non credo: penso che ognuno costruisca la propria “esperienza Exchange” a proprio modo, ma quello che è certo è che il Brasile vi conquisterà e non vedrete l’ora di tornarci!

Ti potrebbe interessare anche:

Commenti

oppure