1 maggio 2014

Finanza & Economia (Bocconi) e Master in Finanza (University of Warwick)

Vuoi sapere chi ha scritto questo articolo?

article image

Ed infine, ecco che trovo un po’ di tempo per scrivere qualche pensiero ed opinione sulla mia personale esperienza accademica.

Il mio nome è Matteo Drago, sono nato a Bergamo quasi 23 anni fa. Prima di iniziare l’Università Bocconi nel settembre 2010, ho frequentato il liceo scientifico L. Mascheroni, cinque anni di percorso formativo che mi ha fornito solide basi quantitative e analitiche.

La mia esperienza accademica in poche parole

Come già sopra accennato, nell’autunno del 2010 ho iniziato la laurea triennale in Bocconi. Inizialmente avevo scelto un corso noto come “CLEAM”, ossia con focus in Economia e Management. Questo corso è considerato come quello con l’approccio più “generico”, perfetto per qualcuno come me che, a qual tempo, non era ancora sicuro di cosa il mondo del “business” potesse offrire. Tuttavia, dopo un poco, ho capito che la mia originaria scelta non rispondeva a quello che veramente volevo.

bocconi-university-2

La Bocconi dà la possibilità ai suoi studenti di cambiare corso di laurea dopo un anno e mezzo e, senza pensarci due volte, ho deciso di spostarmi a “CLEF”, ossia Economia e Finanza. Questo corso mi ha permesso di approfondire la mia conoscenza dei mercati finanziari e di masticare un bel po’ di numeri. Sicuramente era quello che stavo cercando! Inoltre, durante il mio ultimo anno di triennale ho deciso di sfruttare il rilevante network internazionale della Bocconi, finendo così per trascorrere un semestre (luglio-dicembre 2012) presso la University of Sydney. Una volta rientrato, nel febbraio del 2013, ho deciso di volare a Londra per uno stage di 3 mesi in un’impresa privata di investment management. Sapevo infatti che un’esperienza internazionale e professionale era qualcosa che mi avrebbe permesso di crescere sia professionale che umanamente, nonché di far risaltare il mio CV!

Lasciare la Bocconi…

Dopo essermi laureato con la lode dall’Università Bocconi, ho deciso di intraprendere un Master in Finanza presso la Warwick Business School. Varie sono state le ragioni che mi hanno portato a questa decisione. Quello che in quel momento offriva la Bocconi era un corso di due anni, la possibilità di uno stage e di un semestre all’estero. Anche se il nome della Bocconi svetta, un corso di due anni in un contesto “non internazionale” non era quello che consideravo importante per la mia crescita. Avendo già il brand Bocconi sul CV, la scelta di lasciare la miglior business school italiana non è stata poi così dolorosa.

… verso WBS

Eccomi qui! Posso con piacere dire di essere uno studente iscritto alla Warwick Business School per il MSc Finance. Tre sono le cose che hanno determinato questa mia scelta: un corso focalizzato su finanza quantitativa, un ambiente internazionale e stimolante, un campus con molte strutture per lo sport. Invero, sulle graduatorie del Financial Times questo corso risulta essere il migliore nel Regno Unito tra quelli di pura finanza. Inoltre, anche il Telegraph ha riportato che Warwick è stata, nel 2012-2013, l’università “target” della maggior parte dei datori di lavoro.

wbs

Personalmente, cosa WBS e Bocconi potrebbero fare per migliorare le loro  “offerte”

Questa non è una domanda facile … ma cerchiamo di essere un po’critici.

Bocconi: questa Università non è abbastanza internazionale. Al momento, le manca completamente un campus appropriato e associazioni studentesche che potrebbero contribuire fortemente alla crescita personale degli studenti. La Bocconi comunque lo sa e sta intelligentemente investendo in tale direzione. Avere la possibilità di confrontarsi e crescere grazie a studenti provenienti da praticamente tutto il mondo: questo è quello che rende un’università competitiva … almeno dal mio punto di vista!

WBS: un bel po’ dei miei professori ha un Ph.D. in matematica e ciò fa sì che il corso sia fortemente quantitativo. Spesso, percepisco come alcuni professori quasi sottovalutino il valore che una solida preparazione teorica può dare quando si spiegano concetti finanziari. Sicuramente gli studenti devono essere indipendenti e ed approfondire autonomamente la toeria, ma credo che la Bocconi in questo sostenga meglio i suoi studenti con una solida base teorica e i metodi relativi alla finanza necessari per comprendere appieno quello di cui si sta trattando.

Application per MSc Finance

Al momento, WBS non richiede il GMAT, anche se questo è fortemente suggerito. Quelli che ritengo essere i fattori chiave per essere ammessi e per poi proseguire con successo negli studi alla WBS sono una inclinazione internazionale ottenuta attraverso un’esperienza di scambio e/o uno stage, voti molto buoni conseguiti durante una laurea triennale in settore economico, una buona comprensione della lingua inglese. Inoltre, io consiglierei questo corso a quegli studenti con una buona preparazione quantitativa e analitica.

Struttura del corso

Il programma prevede otto corsi e una discussione finale che vale il 30% del risultato finale complessivo. I primi quattro moduli sono: Foundations of Corporate Finance, Asset Pricing, Economics of Financial Markets e Quantitative Methods for Finance. Nel secondo semestre, l’unico modulo obbligatorio è Empirical Finance, mentre gli altri sono elettivi. Personalmente, ho scelto di frequentare Advanced Corporate Finance (i.e. M&A), Fixed Income and Credit Risk e un corso relativo alla contabilità chiamato Financial Reporting and Financial Statement Analysis.

Pagine: 1 2

Ti potrebbe interessare anche:

Commenti

oppure
Giulio1385 - 2/01/2016

Ciao! Sai qualcosa a proposito del Collegio Carlo Alberto?
http://www.carloalberto.org/
Non è famoso come la Bocconi ma è vicino a casa mia e volevo qualche parere da persone che hanno visto le due realtà… Il programma del collegio non è per niente male, ho solo paura che non farcela essendo quella una scuola d’eccellenza parallela.