3 aprile 2014

Giurisprudenza (Università degli Studi di Trento)

Vuoi sapere chi ha scritto questo articolo?

article image

La città di Trento offre molte iniziative culturali (cineforum, musei, teatri, fiere, incontri, conferenze, festival), ma a livello di vita notturna è piuttosto scadente, anche perché i locali soprattutto in centro sono obbligati a chiudere presto. Se però si ama la montagna e la natura e si ha voglia di esplorare il Trentino e non solo, Trento e la terra trentina allora sapranno stupire ed emozionare. Consiglio Artesella! I trentini inizialmente sono un po’ “orsi”, ma se prendono confidenza amano far conoscere la propria terra e le tradizione che essa ancora conserva. 

Cosa ti senti di consigliare a chi vuole intraprendere il tuo percorso?

Consiglio di darsi degli obiettivi, di studiare con metodo il programma dei corsi, ma soprattutto consiglio di non sentirsi soltanto studenti fuori sede, ma di diventare un po’ trentini, cercare di integrarsi ed esplorare questa terra meravigliosa! A mio avviso, l’Università non è soltanto lo studio: gli anni dell’Università ci permettono di scoprire veramente chi siamo, relazionarci con gli altri, cercare di rispondere ai nostri perché. 

Il tuo step successivo?

irene deambrogio2

Il mio step successivo è sicuramente la laurea. Mi piacerebbe poi accantonare i miei studi in giurisprudenza, non perché non mi interessi il settore, ma perché in questi anni, grazie ad alcuni progetti della Provincia Autonoma di Trento, alla mia passione per il viaggio e la natura ho capito che mi piacerebbe lavorare nel settore turistico, ed in particolare nel campo del turismo sostenibile. A volte si parte con un’idea (volevo diventare giudice) e poi si capisce meglio se stessi e le proprie passioni: se c’è passione è tutto più facile e più gratificante, nulla è impossibile se c’è convinzione, forza di volontà ed umiltà nell’accettare consigli.

Pagine: 1 2

Ti potrebbe interessare anche:

Commenti

oppure