9 marzo 2014

Scienze dei Materiali (Università degli Studi Milano-Bicocca)

Vuoi sapere chi ha scritto questo articolo?

article image

Perché hai scelto questo Corso di Laurea? E perché in questa Università?

Arrivato il momento in cui scegliere quali studi universitari frequentare, ho basato la mia ricerca sulle possibili opportunità soprattutto partecipando a open day. Alla fine ho scelto questo corso per un interesse generale nelle tre materie fondamentali che vengono trattate (chimica, fisica, matematica), per le opportunità lavorative che esso offre, nonché perché è una delle poche lauree scientifiche veramente innovative. Un ulteriore vantaggio del corso è dato dallo scarso numero di studenti di solito iscritti che permette un’ottima didattica e un maggior dialogo con i professori.

Quali erano i requisiti di accesso e come li hai superati?

Non sono richiesti particolari requisiti. All’iscrizione ho dovuto sostenere un test di valutazione generale, tuttavia non selettivo.

Com’è strutturato il Corso di Laurea?

Il corso di studi non è molto personalizzabile visto che le uniche “discrezionalità” permesse allo studente sono determinare 1-2 esami a scelta e optare per uno dei due percorsi offerti, ossia quello professionalizzante ovvero metodologico.

Durante i tre anni sono presenti molti esami di laboratorio (circa 1-2 a semestre), che sono anche i corsi più interessanti  perché molto coinvolgenti; la teoria, sia di fisica sia di matematica, non è invece trattata in modo rigoroso e sistematico e questo alleggerisce il carico di studio. Le valutazioni sono fatte in 30esimi anche se nei parziali vengono generalmente usate le lettere.

Puoi dirci qualcosa di più sulla tua personale esperienza universitaria e se c’è qualcosa che ritieni possa essere migliorato nel Corso di Laurea?

Il problema del mio Corso di Laurea è che non viene dato un metodo di studio valido o delle linee guida generali: gli studenti sono lasciati molto a se stessi, forse nella presunzione, talvolta erronea, che il liceo abbia già fornito tutti gli strumenti necessari.

Come ti sei trovato al di fuori dell’ambito universitario?

Ambientarsi è stato molto facile. Si è creato subito un rapporto di “cameratismo” con gli altri studenti, soprattutto dopo il primo anno quando la maggior parte degli studenti iscritti (il 70% del totale) ha abbondato il corso.

Nonostante il necessario studio ed il notevole impegno tichiesto, la mole di lavoro non mi ha impedito di conservare un poco di tempo libero da dedicare al ciclismo o a sportivi week end in montagna.

Cosa ti senti di consigliare a chi vuole intraprendere il tuo percorso?

Di essere molto motivati, di essere metodici e di avere un metodo di studio valido; anche stringere amicizie con gli studenti degli anni superiori può essere di utile supporto.

Il Corso di Laurea assorbe molto tempo ed energie mentali, ma è anche di soddisfazione in quanto dà una formazione completa.

Il tuo step successivo?

Il mio step successivo è quello di iscrivermi alla Magistrale in Bio-Materiali  a Venezia.

Ti potrebbe interessare anche:

Commenti

oppure